Comentários do leitor

Come prevenire il cancro alla prostata

por Joana Maria (2020-09-10)


La causa esatta del cancro alla prostata non è nota, quindi non è possibile prevenire la maggior parte dei casi di malattia. Molti fattori di rischio come l'età, la razza e la storia familiare non possono essere controllati, ma sulla base di ciò che è attualmente noto, ci sono rischi che possono essere evitati per ridurre il rischio di avere il cancro alla prostata.

Peso corporeo, attività fisica e dieta

Gli effetti del peso corporeo, dell'attività fisica e della dieta sul rischio di cancro alla prostata non sono chiari, ma ci sono alcuni fatti che possono ridurre questo rischio, come:

Mangia quotidianamente un'ampia varietà di frutta e verdura.
Sii fisicamente attivo.
Mantieni un peso sano.
Vitamine, minerali e integratori

Vitamina E e selenio. Alcuni studi preliminari hanno suggerito che l'assunzione di determinati integratori vitaminici o minerali, come la vitamina E o il selenio, potrebbe ridurre il rischio di cancro alla prostata. Tuttavia, un ampio studio per valutare i possibili effetti del selenio e della vitamina E sul rischio di cancro alla prostata, ha dimostrato che né la vitamina E né il selenio riducono il rischio di cancro alla prostata.

Soia e isoflavoni. Alcuni studi suggeriscono possibili effetti delle proteine della soia (isoflavoni) nel ridurre il rischio di cancro alla prostata. Attualmente, nuovi studi stanno valutando i possibili effetti di queste proteine.

Prima di utilizzare qualsiasi vitamina o integratore, parla con il tuo medico dei possibili rischi e benefici.

Medicinali

Alcuni farmaci possono aiutare a ridurre il rischio di cancro alla prostata.

Inibitori della 5-alfa reduttasi

La 5-alfa reduttasi è un enzima che trasforma il testosterone in diidrotestosterone (DHT), il principale ormone che causa la crescita della prostata. Medicinali chiamati inibitori della 5-alfa reduttasi, come la finasteride e la dutasteride, impediscono a questo enzima di produrre DHT. Questi farmaci sono attualmente usati per trattare l'iperplasia prostatica benigna, una crescita benigna della prostata.

Questi farmaci possono causare effetti collaterali, come diminuzione del desiderio sessuale e disfunzione erettile (impotenza), nonché crescita del tessuto mammario in alcuni uomini. Ma possono aiutare con problemi urinari da iperplasia prostatica benigna, come problemi urinari e perdite di incontinenza urinaria.

Acido acetilsalicilico (AAS)

Alcune ricerche suggeriscono che gli uomini che assumono AAS ogni giorno possono avere un minor rischio di avere il cancro alla prostata. Ma sono necessarie ulteriori ricerche per dimostrare se i possibili benefici superano i rischi, ad esempio l'aumento del rischio di sanguinamento.

Altri medicinali

Altri farmaci e integratori alimentari che possono aiutare a ridurre il rischio di cancro alla prostata sono già allo studio negli studi clinici. Tuttavia, nessun altro farmaco o integratore è stato trovato utile in studi di grandi dimensioni.

Esistono prodotti naturali come il prostatricum che aiuta nella prevenzione delle malattie, se vuoi conoscere questo prodotto, visita:http://www.draymartina.com/prostatricum-funziona/